Trasformazione Aziendale


Il contract residenziale? Passare dal product all’interior design.

Il contract residenziale è il modello di business trainante nelle aziende del Sistema Casa. Cresce nei mercati dove ci sono grandi investimenti immobiliari. Le aziende italiane si possono strutturare con le migliori pratiche del contract business per cogliere l’opportunità di un segmento in cui la domanda supera nettamente l’offerta.

Il contract rafforza l’alleanza tra committenza, progettisti e fornitori

Le imprese italiane del Sistema Casa strutturano una nuova offerta per il settore residenziale passando dal product all’interior design.  Il contract business rafforza l’alleanza tra committenza, progettista e aziende, e contribuisce all’evoluzione della manifattura con continue possibilità di ricerca e innovazione .  Quando non c’è sul mercato un elemento, un prodotto, una finitura che serve per dare forma allo spazio, si disegna; è uno stimolo per il progettista ma anche per l’azienda, che metterà in produzione qualcosa che non c’è.

La contaminazione del contract riguarda la gamma di prodotti concepiti ad hoc per il progetto, ovvero il bespoke o custom-made, e quella di soluzioni seriali, che l’azienda fornitrice realizza per il canale arredo-casa.  Il fattore discriminate è il prezzo del bespoke.  Ci sono articoli che si prestano alla realizzazione su misura anche per un numero relativamente basso di quantità; altri, come sedute e mobili imbottiti, richiedono investimenti iniziali talmente elevati da poter essere ammortizzati solo con commesse ingenti.

Progettisti e fornitori dunque fanno squadra, alleandosi in un investimento comune a favore della creatività e della sostenibilità. E la committenza? In questo processo, è necessario illustrare agli investitori immobiliari che la realizzazione di un progetto di qualità crea vantaggi per tutti.  Ne è prova il fatto che hotel, o residence apartment, realizzati da aziende italiane o europee di qualità sono continuamente fully booked.

 

Il chiavi in mano dell’interior design

Nelle realizzazioni “chiavi in mano”, oltre all’adeguatezza e alla capacità di risposta in termini di qualità e tempistica dell’azienda produttrice, più di recente si stanno strutturando in un unica realtà integrata produttori di arredo, di imbottiti e di illuminotecnica.  Si tratta di un fenomeno recente, evoluzione dello “storico” capitalismo italiano, reso possibile dai fondi di investimento a cui spetta l’orientamento commerciale dagli evidenti aspetti positivi, soprattutto nel contract business.  Per seguirlo servono strutture dedicate, capacità tecniche, ancor più che produttive, e una rete consolidata di partner a cui affidare parti della fornitura.

 

Le migliori pratiche del contract business

Per una corretta gestione delle commesse contract business sono necessarie delle specifiche competenze e delle capacità tecnico-gestionali, e più in particolare:

  • il project management per la gestione della commessa in modo organizzato e controllato;
  • il corretto bilanciamento dell’outsourcing e dell’insourcing per garantire la flessibilità e la prontezza nel gestire le modifiche dell’ultimo minuto;
  • il controllo dei costi sommersi generati da una gestione imprecisa / scorretta dei dati di progetto;
  • l’utilizzo di tecnologie informatiche adeguate nella gestione e distribuzione dei dati e delle informazioni;
  • un marketing specifico per attirare gli investitori istituzionali, gli architetti, i developers
  • una solidità finanziaria capace di sostenere la esecuzione della commessa.

A questo punto le sfide del presente riguardano il progetto di forme reali di customizzazione flessibile, di messa a fuoco di nicchie nuove dei mercati, che obbligano a percorsi di ricerca e innovazione, sostenibili da organizzazioni specializzate nel contract business.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Gli articoli più letti
Sviluppo delle risorse umane, l’era dei ruoli indefiniti!
Organizzazione & risorse umane
16 Giugno 2020

Sviluppo delle risorse umane, era il 1969 …. La prima volta che si parlò del concetto di sviluppo delle risorse umane è stato nel 1969, 51 anni fa. Il concetto ruota attorno alla possibilità di ottenere un cambiamento nel comportamento delle persone attraverso un insieme di esperienze di apprendimento purché progettate come attività organizzate. Il […]

Modello aziendale sostenibile per reagire alle crisi.
Organizzazione & risorse umane
6 Giugno 2020

  Un modello aziendale sostenibile e flessibile, o un tentativo di flessibilità lavorativa, nelle aziende di medie dimensioni era presente solo nel 29% delle imprese. Questo secondo uno studio della Oxford Economics che ha preso in esame quanto accadeva prima del COVID19. La crisi scatenata dalla pandemia ha costretto tutti a fare i conti con […]

Lezione per le PMI, cosa possiamo apprendere da COVID19.
Organizzazione & risorse umane
5 Giugno 2020

COVID19 quale lezione alle PMI e come ripartire più forte di prima. Lezione alle PMI da COVID19. La diffusione del virus ha colto tutti impreparati. I governi delle nazioni, anche di quelle più organizzate, che avrebbero dovuto avere i piani pandemici. Le organizzazioni sanitarie che pure avrebbero dovuto sorvegliare sulla salute dei cittadini. Questo corona […]

Vedi anche le altre categorie:

Iscriviti per ricevere
tutti gli aggiornamenti di KMSenpai.
FIND

Privacy Policy*

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003).
* Campi obbligatori

Privacy Preference Center

Analytics

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tali informazioni sono utilizzate per analisi statistiche, per migliorare il sito e semplificarne l’utilizzo, oltre che per monitorarne il corretto funzionamento.

_gid, _ga

Vuoi chiudere il tuo account?

I tuo account verrà chiuso, i tuoi dati personali saranno eliminati permanentemente dal sito e non potranno essere recuperati. Vuoi procedere?

Are you sure?

By disagreeing you will no longer have access to our site and will be logged out.