Marketing - Sales & Service


Come costruire il motore di marketing e vendite per il B2B (Smarketing)

 

Le tecnologie digitali e mobile stanno rivoluzionando il modo in cui gli acquirenti B2B cercano contenuti, prendono decisioni d’acquisto informate e interagiscono con i venditori.

L’acquirente di oggi inizia il percorso di acquisto online e lo termina offline, nelle vendite oppure mediante transazioni e-commerce; in ogni caso, i clienti si aspettano un’esperienza d’acquisto completa e altamente personalizzata dall’inizio alla fine. Questo cambio di paradigma nel B2B rende necessario allineare le attività di marketing e vendite attraverso il superamento di significative barriere culturali e la completa trasformazione del modello di sales transformation.

La trasformazione del processo di vendita consente di ottenere risultati impressionanti: un miglioramento dal 15% al 30% delle efficienze di marketing (riduzione del costo per lead), una crescita dal 20% al 50% di ROI digitale e un incremento da 2 a 3 volte della conversione dei lead lungo l’intero percorso di acquisto.

 

I 5 cilindri del motore di marketing e vendite

Una criticità frequente nelle aziende è l’operatività del marketing e delle vendite nei propri silos; ogni funzione ha una propria organizzazione, propri processi, incentivi, culture e, in molti casi, obiettivi. Ciò è ulteriormente complicato dalla rete di vendita strutturata in più business o unità di vendita, pensate attorno a prodotti, segmenti di clienti, aree geografiche o canali. La crescente importanza degli strumenti digitali, il volume esplosivo dei dati online, e il ruolo del team di marketing nella progettazione e nell’esecuzione del percorso di acquisto del cliente, necessitano quindi di un nuovo modello organizzativo.

 

marketing e vendite b2b

Di seguito vengono illustrati i cinque cilindri del motore di marketing-vendite integrato, un modello per le aziende B2B.

 

1. Investire nella comprensione di come i clienti utilizzano il digitale

La maggior parte delle aziende pensa di conoscere bene i propri clienti, e lo fa; tuttavia, in questa epoca di rapidi cambiamenti, i canali online e mobile rappresentano sempre più i percorsi preferiti per la ricerca di prodotti e servizi B2B, per non parlare dell’acquisto.

Il cambiamento dei comportamenti dei clienti comporta di conseguenza due implicazioni per i venditori:

  1. il marketing deve diventare più “attrattivo” in quanto i clienti cercano sempre più informazioni online, ma anche contenuti multimediali e interattivi;
  2. la personalizzazione e il coinvolgimento, un tempo compito del rappresentante di vendita, ora avviene nei canali digitali. Le aziende devono quindi investire in tecnologia, dati e analisi per migliorare le conoscenze del comportamento di acquisto e fornire contenuti più pertinenti e personalizzati.

 

2. Integrare la tecnologia del marketing e delle vendite per un go-to-market integrato

Ad oggi, la maggior parte delle aziende non ha integrato le tecnologie per facilitare il coinvolgimento digitale e offline end-to-end; inoltre, poche hanno sufficientemente integrato tutti i componenti (CRM di vendita, automazione del marketing, gestione dei contenuti, marketing basato sugli account e analisi dati). Ne consegue che l’insieme dei team marketing e vendite non supportano un approccio go-to-market ben eseguito e integrato.

 

go to market integrato

 

I dati rappresentano il carburante che alimenta il cilindro tecnologico, e marketing e vendite devono funzionare da fonte di dati cliente pulita e comune.

Le aziende di best practice creano oggi “un’unica fonte di verità” per i dati dei clienti; quest’ultima è spesso distinta dai sistemi transazionali e integrata da dati di terze parti che migliorano la comprensione del comportamento di acquisto, e supportano la capacità di isolare e indirizzare determinati gruppi. I dati integrati sono certamente fondamentali per generare approfondimenti e consentire attività di modellazione più avanzate, come l’analisi predittiva e l’intelligenza artificiale, per anticipare meglio i comportamenti e le esigenze dei clienti.

 

3. Misurare le prestazioni lungo l’intero percorso d’acquisto del cliente

Per dimostrare il valore dell’approccio go-to-market, è necessario allineare le azioni di marketing alla generazione di contatti nei canali digitali e fisici, e canalizzare le informazioni del processo di vendita per conoscere la conversione dei lead in vendite, o quali tattiche di marketing sono veramente efficaci.

Mappare le attività del processo di vendita nel B2B risulta difficile a causa del percorso di acquisto complesso su canali online e offline, e di cicli di vendita sempre più lunghi. Ciononostante, le aziende devono tener traccia dei lead end-to-end, inclusa la lead quality, e la lead speed (la velocità con cui un lead si sviluppa verso una vendita) per valutare il ritorno dell’investimento di marketing.

La misurazione delle azioni marketing e della rete di vendita può essere strutturata con processi operativi basati sul metodo di vendita in 7 fasi.

Un indicatore chiave di un buon allineamento di marketing e vendite è la conversione di MQL (da lead qualificati dal marketing a lead accettati per le vendite); se questo rapporto scende approssimamente al di sotto del 50% significa che il marketing non sta inviando sufficienti opportunità di vendita.

 

4. Costruire dei contenitori organizzativi

La collaborazione tra marketing e vendite indotta dalla necessità di organizzare il percorso del cliente, ha visto nascere:

  • nuove strategie go-to-market;
  • lo sviluppo e la pianificazione congiunta delle attività sul campo;
  • metodi comuni di misurazione del successo;
  • un percorso di comunicazione finalizzato a creare un senso di scopo comune e una cultura di squadra.

Uno strumento utile è il cosiddetto Account Based Marketing, vale a dire il marketing basato sull’account; tale approccio può aiutare ad allineare marketing e vendite su obiettivi, strategie e misurazioni, e agire come un agente di cambiamento per guidare coordinamento e integrazione.

 

go to market integrato

 

Le aziende con organizzazioni complesse tendono a utilizzare una combinazione di approcci per migliorare l’allineamento: gli incentivi combinati; le strutture di reporting a matrice o punteggiate; i team interfunzionali; forum formali e informali per migliorare la comunicazione; piattaforme e strumenti di collaborazione.

Nelle aziende in cui canali e partner svolgono un ruolo importante, la necessità di gestire i conflitti di canale e coordinare l’approccio go-to-market dell’azienda con organizzazioni aggiuntive può aggiungere un ulteriore livello di complessità.

 

5. Investire in cultura e talento come differenziale competitivo

I leader investono e premiano un’ampia varietà di fattori e di comportamenti, molti dei quali non sono stati riconosciuti in passato. Questi includono:

  • chiarezza della direzione;
  • processi ben definiti e condivisioni trasversali tra gruppi marketing e vendite;
  • frequente comunicazione tramite più canali;
  • approcci collaborativi e flessibili per lavorare insieme;
  • creatività e innovazione;
  • assunzione di rischi mirata;
  • velocità e flessibilità.

I leader costruiscono team unificati, organizzati intorno a obiettivi chiari e comuni, che agiscono in modo agile. Inoltre, devono essere disposti a investire tempo per introdurre nuovi dipendenti con competenze che comprendano tecnologie digitali, dati analisi e marketing di contenuti digitali.

 

Conclusioni

Integrare marketing e vendite attorno a un comune approccio go-to-market è divenuto un prerequisito fondamentale per sfruttare appieno le nuove funzionalità offerte dalla tecnologia e dai dati e, soprattutto, offrire l’esperienza di acquisto attesa dai clienti B2B di oggi.

Le nuove tecnologie, i dati e le capacità analitiche devono quindi essere disseminati in tutta l’organizzazione, così come i nuovi approcci organizzativi e le modalità di lavoro. Nella nostra esperienza, possono essere necessari dai 12 ai 18 mesi per costruire o acquisire le capacità necessarie per attuare i cambiamenti culturali che rendono possibile la collaborazione e l’integrazione.

I leader del marketing e delle vendite B2B di domani intraprendono oggi questo viaggio di trasformazione digitale sul mercato.

 

Scarica il report gratuito
Condividi questo articolo
Gli articoli più letti
CRM e AI Generativa
Marketing - Sales & Service
3 Maggio 2024

Come sfruttare il potenziale dell’AI per migliorare la gestione della clientela e la customer satisfaction.

Come l’AI nel CRM sta trasformando il coinvolgimento dei clienti
Marketing - Sales & Service
31 Marzo 2024
CRM e AI Generativa: come si eolve la relazione col cliente

In questo articolo esploreremo l’impatto rivoluzionario di un CRM supportato dall’intelligenza artificiale (AIGen), approfondendo il modo in cui queste tecnologie stanno rivoluzionando il coinvolgimento dei clienti e creando opportunità di personalizzazione su larga scala.   L’importanza del coinvolgimento del cliente nel CRM Il coinvolgimento del cliente è da tempo una pietra miliare del Customer Relationship […]

CRM e AI Generativa: come si evolve la relazione col cliente
Marketing - Sales & Service
9 Marzo 2024
CRM e AI Generativa: come si eolve la relazione col cliente

Summary L’impatto dell’Intelligenza Artificiale Generativa (AI Generativa) sul Customer Relationship Management (CRM) ha comportato la modifica delle funzionalità e delle concrete applicazioni. Infatti la raccolta di dati e informazioni sui clienti attraverso numerosi canali ed il loro utilizzo per creare esperienze personalizzate e significative è propedeutico all’impiego di GenAI. L’integrazione sta reinventando la creazione e […]

Vedi anche le altre categorie:

Iscriviti per ricevere
tutti gli aggiornamenti di KMSenpai.
FIND

Privacy Policy*

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003).
* Campi obbligatori