Marketing - Sales & Service


Riorganizzare il business per renderlo profittevole

Gestione del cambiamento per competere

La capacità di gestire e rinnovare con efficacia e velocità l’organizzazione aziendale può fare la differenza tra il rimanere concorrenziali e l’essere spazzati via dal mercato.  La gestione del cambiamento negli interventi per la riorganizzazione del business era una tendenza già evidente, diventata rilevante nella “nuova normalità” per le sollecitazioni indotte dalla pandemia da Covid 19 per quanto riguarda la digitalizzazione, le attività a distanza, i nuovi comportamenti dei consumatori, i blocchi delle catene di fornitura e l’aumento della complessità nel rispondere alla domanda.

La “nuova normalità” esige di riorganizzare l’azienda mettendo al centro il cliente per una rapida risposta ai “nuovi bisogni”. L’obiettivo è difendere la qualità del fatturato e acquisire nuovi clienti.

La domanda che i manager dovrebbero porsi è : come posso riorganizzare la mia azienda in modo tale che non sia travolta dai continui cambiamenti ma che, anzi, sia in grado di evolvere continuamente per governarli? La risposta è riorganizzare il business mettendo al centro il cliente.

 

5 passi per riorganizzare l’azienda (o la singola funzione) mettendo al centro il cliente

Molte organizzazioni professano di essere una azienda con “al centro il cliente”, ma poi si organizzano con team di straordinari specialisti che – con la loro rigidità di funzione – si mettono di mezzo tra il valore e il cliente.

L’approccio da utilizzare per riorganizzare l’azienda mettendo al centro il cliente si compone di 5 passi:

  1. definire il valore da ottenere, concretizzandolo in chiari propositi di medio-lungo termine,
  2. elencare i principali macro-processi attraverso cui si perseguirà il valore,
  3. declinare il valore in una dichiarazione di eccellenza specifica per ciascun macro-processo,
  4. concretizzare le attività che caratterizzano il flusso, attribuendole chiaramente ad attori e funzioni, in sinergia coi loro obiettivi, (struttura organizzativa, ruoli, mansioni, KPI e competenze),
  5. verificare la consistenza del sistema, che deve mostrare massima coerenza e sinergia tra gli obiettivi di ruolo, area e business.

 

Come passare da una azienda orientata al prodotto ad una orientata al cliente

La trasformazione aziendale necessita della partecipazione, in diversa misura, delle persone che compongono l’organizzaizone nel pianificare e guidare la transizione dallo stato attuale al modello desiderato, agendo contemporaneamente sulla competenza delle persone, sulla cultura aziendale, sul modello organizzativo che genera il Valore ed infine i processi e le tecnologie.

La gestione del cambiamento per riorganizzare l’azienda mettendo al centro il cliente si compone di 4 passi:

  1. Consapevolezza : coinvolgimento e comprensione
  2. Preparazione: gestione del rischio e comunicazione
  3. Trasformazione : organizzazione e azione
  4. Sostenibilità : sviluppo competenze e mantenimento

 

Consapevolezza dello stato attuale

L’esigenza di avviare la riorganizzazione del business è segnalata da un indicatore di prestazione (calo del fatturato, compressione dei margini, i tuoi clienti non apprezzano i prodotti e servizi, aumento della difficoltà a competere) o la proiezione futura (obsolescenza tecnologica all’orizzonte, invecchiamento del prodotto), ma spesso accade che tale necessità sia avvertita in modo individuale e nel frattempo le prestazioni dell’azienda scivolano come fossero su un piano inclinato.

Il primo step è quello di maturare una consapevolezza in termini di coinvolgimento e comprensione da consolidare attraverso una serie di tecniche, dalla valutazione dei processi organizzativi e decisionali all’approccio gestionale integrato che combina management strategico e management operativo per definire il modello a tendere e come strutturarsi per raggiungerlo.

 

Preparazione

Nella programmazione dell’azione è necessario mappare tutti i rischi connessi al cambiamento e la posizione di tutte le persone coinvolte, per capire se le figure apicali hanno compreso il perimetro del cambiamento e se sono adeguatamente preparate e motivate a farlo.

L’analisi dei rischi continua con una mappatura del portafoglio delle competenze necessarie alla trasformazione aziendale e può includere : lo smarketing, la supply chain resiliente, il pricing, il change management.  È essenziale che i ruoli apicali e di middle management abbiano le competenze tecniche, manageriali e di leadership necessarie per gestire il cambiamento.

 

Trasformazione

La riorganizzazione aziendale è composta di due fasi: organizzazione e azione. La organizzazione implica la definizione e la realizzazione di prassi organizzative, inclusi i vari meccanismi di coinvolgimento e relazione degli addetti. La responsabilità del ridisegno dei processi è del management team, il cui commitment coinvolge i vari livelli dell’organizzazione verso i nuovi obiettivi. Definiti i processi operativi si passa alle responsabilità di ogni ruolo, in condizioni normali e in condizioni di emergenza.  Terminata la fase del ridisegno organizzativo, si passa alla seconda fase, finalizzata ad individuare e risolvere le disfunzioni e sprechi.

 

Sostenibilità e Miglioramento continuo

Lo sviluppo delle competenze ed il loro mantenimento nel tempo rappresentano la sostenibilità del progetto di cambiamento. Quindi è necessario creare le condizioni per sostenere i cambiamenti realizzati, intervenendo sullo sviluppo delle persone.  Il capitale umano non è fatto solo di competenze scientifiche e professionali, è fatto anche di valori morali e responsabili, che danno a queste competenze un senso e un fine.  Le competenze sono i mezzi che per esser ben utilizzati necessitano di chiari obiettivi.

La soluzione per rafforzare la fiducia dei collaboratori nel percorso di trasformazione intrapreso prevede un mix composto dal training on the job e la formazione strutturata, specifici meccanismi di gratificazione ed il continuo coinvolgimento trasparente in tutte le fasi. Infine, la verifica del corretto funzionamento dei modelli implementati sul campo costituisce il passaggio finale.

 

La nostra esperienza a servizio dei risultati duraturi

L’operatività dei singoli cantieri passa per l’addestramento dei team del cliente nelle competenze pratiche e nella condivisione di chiari obiettivi aziendali e professionali.  I consulenti kmsenpai lavorano con i ruoli apicali e di middle management del cliente per promuovere una cultura di valori, di responsabilità, di leadership e di empowerment dei dipendenti.

Il change management di kmsenpai garantisce benefici immediati ai bilanci aziendali.  La sua efficacia è misurabile nel nuovo modus operandi integrato nel business e nel tessuto culturale dell’azienda.  Ne deriva un approccio duraturo alla risoluzione dei problemi oltre che un’infrastruttura tangibile per integrare le soluzioni nell’azienda.

kmsenpai è impegnata da oltre 20 anni nei processi di cambiamento della cultura delle organizzazioni. Sei interessato al CHANGE MANAGEMENT e vuoi sapere cosa possiamo fare per aiutarti contattaci, o richiedi un approfondimento cliccando sul pulsante sottostante.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Gli articoli più letti
Riorganizzare il business per renderlo profittevole
Marketing - Sales & Service
13 Settembre 2021

Gestione del cambiamento per competere La capacità di gestire e rinnovare con efficacia e velocità l’organizzazione aziendale può fare la differenza tra il rimanere concorrenziali e l’essere spazzati via dal mercato.  La gestione del cambiamento negli interventi per la riorganizzazione del business era una tendenza già evidente, diventata rilevante nella “nuova normalità” per le sollecitazioni […]

Previsione in un contesto di discontinuità : si può fare
Marketing - Sales & Service
20 Agosto 2021

La elevata discontinuità indotta da eventi disruptive sta modificando i modelli di business delle aziende.  Per alcune di esse è un acceleratore, per altre una decrescita.  Infatti per riconoscerne le conseguenze è opportuno l’uso di sistemi di previsione e controllo a supporto dei processi decisionali e di orientamento dei comportamenti del management.  Prevedere i risultati […]

Trovare l’equilibrio tra produzione e vendite con il Sales and Operations Planning
Marketing - Sales & Service
12 Agosto 2021

Sales and Operations Planning è un processo per sviluppare piani che forniscono la capacità di dirigere le attività per ottenere un risultato.

Vedi anche le altre categorie:

Iscriviti per ricevere
tutti gli aggiornamenti di KMSenpai.
FIND

Privacy Policy*

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003).
* Campi obbligatori