ico
Supply Chain Management

Data di consegna promessa, un impegno verso il cliente!

La data di consegna promessa è un impegno verso il cliente

Data di consegna promessa - kmsenpai
Data di consegna promessa – kmsenpai

Definire la data di consegna promessa

Definire la data di consegna promessa non è una banalità, perché il suo rispetto dipende da numerose variabili.

Le macro variabili che contribuiscono al rispetto della data di consegna promessa sono:

  • La disponibilità di materiali
  • Le capacità produttive

La prima variabile si può assicurare con una buona pianificazione, con il rispetto dei lead time e con un buon coordinamento dei materiali.

La seconda variabile dipende da un carico ordini coerente con le capacità produttive e con una buona efficienza produttiva.

In definitiva inserire e mantenere ORDINI COERENTI ai LEAD TIME e ALLE CAPACITA’ PRODUTTIVE assicura data di consegna promessa.

 

Come comportarsi quando la data di consegna richiesta non è coerente a lead time e capacità produttive.

Premesso che queste situazioni sono opportunità e vanno sempre colte, dobbiamo però tutelare anche il resto degli ordini cliente a cui abbiamo già fornito una data di consegna promessa.

Per gli ordini con data di consegna promessa non coerente dobbiamo prevedere un processo alternativo che possiamo chiamare la miglior data pianificata.

Prima di tutto dobbiamo mettere l’ordine in stand-by e la programmazione  deve analizzare le variabili.

Si effettua quindi una simulazione che evidenzi le criticità, si tratta con il fornitore per ridurre i lead time e si modifica la capacità produttive con leve straordinarie.

Le situazioni che possono scaturire sono tre, ordine:

  • producibile come da richiesta cliente senza ripercussioni sugli altri ordini
  • producibile come da richiesta cliente, ma cannibalizzando altri ordini clienti (a discrezione dell’area commerciale)
  • non producibile come da richiesta del cliente, ma con la miglior data possibile

In ogni caso la miglior data di consegna deve essere definita dalla programmazione verificando in anticipo variabili e vincoli e rispettata nell’inserimento dell’ordine.

Forzare una data di consegna promessa senza gestirla è equivalente a “mentire a se stessi” con il rischio di perdere il controllo delle risorse necessarie e del programma produttivo.

In ogni caso nel sistema gestionale deve essere inserita la data di consegna reale, in modo di assicurare anche i restanti ordini clienti.

 

La manutenzione della data di consegna promessa

Qualsiasi variazione della data di consegna promessa deve essere allineata nei sistemi gestionali.

In particolari anticipi, posticipi, annullamenti o incrementi d’ordine devono essere gestiti tempestivamente e corretti nel sistema gestionale.

Spesso gli ordini non rispettano la realtà dei fatti, quindi la situazione disallineata tra sistema reale e sistema virtuale porterà sicuramente a scarso coordinamenti delle risorse e difficoltà o impossibilità di mantenere la data di consegna promessa.

In altre parole è “il cane che si morde la coda” più gli ordini sono disallineati più confusione ci sarà nei fabbisogni, una situazione confusa non permette all’ufficio acquisti di “portare a casa” il materiale quindi sarà difficile mantenere la data di consegna promessa.

 

Strumenti che permettono di definire e gestire la data di consegna promessa

Il modello KMSenpai si avvale di strumenti APS che opportunamente integrati nei processi e tarati permettono due grandi vantaggi:

  • Il primo riguarda la datazione, in particolare il sistema è in grado di analizzare in tempo reale:
    • Lead Time, 
    • Disponibilità materiale
    • Capacità produttive

In tempo reale il sistema riesce a dare una data di consegna coerente con le risorse.

Il secondo vantaggio è il controllo continuo della data di consegna promessa e di eventuali mancati allineamenti sia TOP-DOWN quindi da ordine cliente a materiali sia nel senso contrario da ordine fornitore a ordine cliente.

ATTENZIONE gli strumenti informatici sono sofisticati tools, ma necessitano di un processo corretto altrimenti sono inutili, costosi e alle volte dannosi.

Leggi anche:

 

 

Pubblicato in data 27 ottobre 2019

Lascia un commento

Iscriviti per ricevere
tutti gli aggiornamenti di KMSenpai.
Gli articoli più letti
Come abbattere i lead time di approvvigionamento senza generare scorte?
Supply Chain Management
3 luglio 2018

  I clienti chiedono lead time sempre più stringenti? I competitor sono più veloci di noi? Come possiamo ridurre i tempi di consegna senza generare scorte? “Lead time”, letteralmente, significa tempo di attraversamento ed è dato dalla sommatoria di diversi tempi che intercorrono dall’acquisizione di un ordine alla disponibilità del materiale.   Processo e lead […]

Lead time e puntualità di consegna, che livello di servizio erogare al cliente?
Supply Chain Management
6 luglio 2018
Lead time, puntualità di consegna e gestione dei ritardi sono prestazioni che fanno la differenza nei mercati competitivi, ma possono generare costi occulti. Quindi, quale livello di servizio al cliente erogare? Come contenere il costo e convertirlo in investimento?

  Lead time, puntualità di consegna e gestione dei ritardi sono prestazioni che fanno la differenza nei mercati competitivi, ma possono generare costi occulti. Quindi, quale livello di servizio erogare al cliente? Come contenere il costo e convertirlo in investimento? La puntualità di consegna è uno degli indicatori del livello di servizio offerto ma, per poter […]

Trade marketing, far uscire i prodotti dai negozi multimarca.
Sales Transformation
25 giugno 2016

La definizione della strategia distributiva ed il sostegno al suo sviluppo nel medio periodo costituiscono una delle principali sfide di management, anche per i settori più tradizionali. E’ sempre più…

FIND