Organizzazione & risorse umane


Modello aziendale sostenibile per reagire alle crisi.

Organizzarsi in modo flessibile e adattabile rapidamente ai cambiamenti.

 


Un modello aziendale sostenibile e flessibile, o un tentativo di flessibilità lavorativa, nelle aziende di medie dimensioni era presente solo nel 29% delle imprese. Questo secondo uno studio della Oxford Economics che ha preso in esame quanto accadeva prima del COVID19.
La crisi scatenata dalla pandemia ha costretto tutti a fare i conti con la necessità di un’elevata flessibilità operativa. Questo porta a riprogettare l’organizzazione aziendale. Occorre essere preparati ai cambiamenti, perché “ieri” è stata la pandemia, un domani una crisi climatica o qualsiasi altra ragione a costringerci alla flessibilità.
Quindi occorre prepararsi in modo proattivo per affrontare le prossime “nuove normalità”. Le aziende devono apprendere come essere elastiche e adattarsi alle esigenze della crisi, ma forti da ridurre al minimo l’interruzione dell’attività.

Come attuare un modello aziendale sostenibile nel tempo?

Le aziende devono sviluppare le competenze idonee a forgiare una forza lavoro che si adatti sia a periodi prosperi sia a quelli volatili. Le competenze giuste affinché flessibilità, creatività ed empatia possano entrare a far parte della cultura dell’impresa. Questo è “semplice” attuarlo se nelle aziende sono presenti leadership forti e flessibili. Leader che agiscono velocizzando i processi decisionali rispetto al passato con un approccio consapevole e un coordinamento attento e flessibile dei collaboratori.

Con quali strategie costruire un modello aziendale sostenibile?

Temi come l’innovazione adattiva, la gestione e la comunicazione responsabile sono fattori di importanza strategica.
La strategia che i leader delle aziende devono adottare passa attraverso la costruzione di una comunità di lavoro collaborativa e adattabile. Questo lo si ottiene quando si sviluppa e forma la forza lavoro. Quando si contribuisce al benessere fisico, emotivo, mentale e finanziario dell’intera organizzazione. I manager aziendali devono saper ascoltare con empatia i loro collaboratori e rafforzare in loro la fiducia e la sicurezza psicologica. Devono promuovere il senso di comunità e massimizzare la produttività, questo per garantire che l’azienda prosegua a operare e cogliere la ripresa dopo la crisi.

Qual è il punto dolente?

La carenza più forte delle PMI è proprio la leadership. Purtroppo i buoni risultati personali dell’imprenditore o di qualche manager non sono sufficienti a gestire un team o il talento altrui. Così la difficoltà di mettersi in discussione e accettare che i risultati personali non bastano diventa una forza che frena il potenziale aziendale.

Cosa accade normalmente nelle PMI?

La scelta di promuovere qualcuno a manager avviene o per successione, la generazione successiva che entra ai posti di comando senza né arte né parte; oppure avviene per motivi di carriera. Questo avviene quando la società, pur di non perdere una persona valida, decide di promuoverla come capo di un gruppo di collaboratori. Scelta che avviene solo sulla base dei risultati personali raggiunti fino a quel momento. In questo caso, il caso più frequente, si mettono le basi per i maggiori danni e i peggiori insuccessi.

Come costruire un modello aziendale sostenibile ed evitare danni e insuccessi!

Quali danni provoca la mancanza di preparazione di chi guida un gruppo di persone?

Quanto tempo e danaro occorrono per riparare ai danni prodotti?

Valutare il proprio personale è un vantaggio competitivo da non sottovalutare. L’analisi del benessere organizzativo serve a far emergere i punti positivi e permette di capire dove lavorare per rendere quelle persone dei manager migliori. Solo in rari casi non si riesce a migliorare, nella norma è sempre possibile imparare. Certo occorre che i manager siano proattivi, che l’azienda investa tempo e costruisca, credendoci, un processo di formazione continua.
L’investimento da sostenere sarà minimo rispetto ai danni derivati da scelte sbagliate.

KMSenpai è impegnata da oltre 20 anni nei processi di cambiamento della cultura delle organizzazioni. Sei interessato al benessere della tua azienda e vuoi sapere cosa possiamo fare per aiutarti contattaci, o richiedi un approfondimento cliccando sul pulsante sottostante.

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Gli articoli più letti
Pianificare e gestire il tempo, essere efficaci e produttivi!
Organizzazione & risorse umane
29 Giugno 2020

Pianificare e gestire il tempo riduce lo stress! Pianificare e gestire il tempo, due aspetti della vita professionale di ognuno che più difficilmente riusciamo a praticare. Quando sono in azienda con imprenditori e manager la cosa che mi sento ripetere più frequentemente è “…non ho tempo!”. Eppure le persone che sanno pianificare ottengono molto di […]

Sviluppo delle risorse umane, l’era dei ruoli indefiniti!
Organizzazione & risorse umane
16 Giugno 2020

Sviluppo delle risorse umane, era il 1969 …. La prima volta che si parlò del concetto di sviluppo delle risorse umane è stato nel 1969, 51 anni fa. Il concetto ruota attorno alla possibilità di ottenere un cambiamento nel comportamento delle persone attraverso un insieme di esperienze di apprendimento purché progettate come attività organizzate. Il […]

Modello aziendale sostenibile per reagire alle crisi.
Organizzazione & risorse umane
6 Giugno 2020

  Un modello aziendale sostenibile e flessibile, o un tentativo di flessibilità lavorativa, nelle aziende di medie dimensioni era presente solo nel 29% delle imprese. Questo secondo uno studio della Oxford Economics che ha preso in esame quanto accadeva prima del COVID19. La crisi scatenata dalla pandemia ha costretto tutti a fare i conti con […]

Vedi anche le altre categorie:

Iscriviti per ricevere
tutti gli aggiornamenti di KMSenpai.
FIND

Privacy Policy*

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003).
* Campi obbligatori

Privacy Preference Center

Analytics

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tali informazioni sono utilizzate per analisi statistiche, per migliorare il sito e semplificarne l’utilizzo, oltre che per monitorarne il corretto funzionamento.

_gid, _ga

Vuoi chiudere il tuo account?

I tuo account verrà chiuso, i tuoi dati personali saranno eliminati permanentemente dal sito e non potranno essere recuperati. Vuoi procedere?

Are you sure?

By disagreeing you will no longer have access to our site and will be logged out.