Organizzazione & risorse umane


Vuoi migliorare il benessere aziendale e non sai come fare?

Credi che sia possibile affrontare questo obiettivo sfidante e tuttavia così importante per raggiungere elevati standard di prestazione e ottimi risultati produttivi?  scopri come farlo!

Qual è il punto di partenza per creare Benessere aziendale?

Ciò che guida ogni azione, in ultima analisi, è il nostro “Credo”: ciò in cui crediamo diventa un pensiero potenziante che ci guida nei nostri comportamenti e atteggiamenti.

Pertanto, per ottenere i risultati attesi, il punto di partenza è la consapevolezza che si può raggiungere uno status di Ben-Essere attraverso azioni che influenzano positivamente la relazione duale tra l’ Uomo e l’ Organizzazione!

Nella visione umanistica, ciò che assume una rilevanza valoriale assolutamente determinante è appunto “l’Essere in Relazione”. Stiamo affrontando un concetto che riguarda la parte più “profonda” dell’Uomo ovvero, secondo l’approccio di Robert Dilts, il suo Credo, i suoi Valori, il suo Scopo e ciò che lo spinge verso la realizzazione della sua Visione del futuro.

Tutto questo vale anche per l’Organizzazione, poichè attraverso la sinergia di vari elementi e risorse, si crea una identità culturale che la definisce: Mission, Vision, Valori e credenze.

La relazione tra questi due “mondi” determina una continua ricerca di “allineamento” e condivisione tra i valori, gli obiettivi, i comportamenti e i risultati.

Cosa significa benessere aziendale e come fare per migliorarlo?

La definizione di benessere organizzativo, secondo Avallone e Bonaretti (*), è “la capacità di un’organizzazione di promuovere e mantenere il più alto grado di benessere fisico, psicologico e sociale dei lavoratori in ogni tipo di occupazione“.

(*) Benessere Organizzativo* a cura di F. Avallone e M.Bonaretti (2003)

Secondo gli autori (*), le organizzazioni, oltre a produrre beni e/o servizi producono effetti sui lavoratori. Il loro modello prevede delle variabili critiche (o dimensioni, poi “fattori”) che determinano il benessere organizzativo, rilevato anche attraverso gli stati di benessere/malessere della collettività dei lavoratori tramite indicatori di benessere e indicatori di malessere.

In dettaglio le “dimensioni” del benessere organizzativo in un’azienda sono:

  • comfort dell’ambiente;
  • chiarezza degli obiettivi e coerenza tra enunciati e pratiche;
  • riconoscimento, valorizzazione e stimolo delle competenze;
  • ascolto dei dipendenti;
  • circolazione delle informazioni;
  • prevenzione infortuni e rischi professionali;
  • ambiente relazionale franco e collaborativo;
  • scorrevolezza operativa, rapidità di decisione, azione verso gli obiettivi;
  • giustizia organizzativa (equità);
  • senso di utilità sociale e del lavoro;
  • apertura all’ambiente esterno e all’innovazione culturale e tecnologica;
  • livelli accettabili di stress;
  • gestione della conflittualità”.

Gli indicatori di benessere possono essere: “soddisfazione per l’organizzazione; voglia di impegnarsi; sensazione di far parte di un team; voglia di andare al lavoro; elevato coinvolgimento; speranza di poter cambiare le condizioni negative attuali; percezione di successo dell’organizzazione; percezione di equilibrio tra vita lavorativa e vita privata; soddisfazione per relazioni interpersonali sul lavoro; apprezzamento per i valori espressi dall’organizzazione; fiducia e stima nel management”.

Mentre gli indicatori di malessere possono essere: “insofferenza nell’andare al lavoro; assenteismo; disinteresse per il lavoro; desiderio di cambiare il lavoro; alto livello di pettegolezzo; risentimento verso l’organizzazione; aggressività inabituale e nervosismo; disturbi psicosomatici; sentimento di inutilità; sentimento di irrilevanza; senso di disconoscimento (non apprezzamento); lentezza nella performance; confusione organizzativa in termini di ruoli, compiti, ecc.; venire meno della propositività a livello cognitivo; aderenza formale alle regole e anaffettività lavorativa”.

Qual è la mossa vincente per migliorare il benessere organizzativo?

In ultima analisi, è chiaro che il miglioramento del benessere aziendale si configura come un processo dinamico al quale concorrono diverse dimensioni da considerare in base alle percezioni dei lavoratori coinvolti e da promuovere con la partecipazione di tutta la “comunità lavorativa”…

Il risultato deriva dalla compartecipazione dell’intera organizzazione, attraverso un ascolto reciproco che permette di indagare, coinvolgere, co-operare nella definizione ottimale di quelle dimensioni che portano a migliorare la relazione tra Uomo e Organizzazione creando Ben-Essere!

Se sei interessato ad approfondire quali strumenti operativi si possono utilizzare per ascoltare e valutare le dimensioni del benessere organizzativo, contattaci.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Gli articoli più letti
Vuoi migliorare il benessere aziendale e non sai come fare?
Organizzazione & risorse umane
30 Marzo 2021

Credi che sia possibile affrontare questo obiettivo sfidante e tuttavia così importante per raggiungere elevati standard di prestazione e ottimi risultati produttivi

Pianificare e gestire il tempo, essere efficaci e produttivi!
Organizzazione & risorse umane
29 Giugno 2020

Pianificare e gestire il tempo riduce lo stress! Pianificare e gestire il tempo, due aspetti della vita professionale di ognuno che più difficilmente riusciamo a praticare. Quando sono in azienda con imprenditori e manager la cosa che mi sento ripetere più frequentemente è “…non ho tempo!”. Eppure le persone che sanno pianificare ottengono molto di […]

Sviluppo delle risorse umane, l’era dei ruoli indefiniti!
Organizzazione & risorse umane
16 Giugno 2020

Sviluppo delle risorse umane, era il 1969 …. La prima volta che si parlò del concetto di sviluppo delle risorse umane è stato nel 1969, 51 anni fa. Il concetto ruota attorno alla possibilità di ottenere un cambiamento nel comportamento delle persone attraverso un insieme di esperienze di apprendimento purché progettate come attività organizzate. Il […]

Vedi anche le altre categorie:

Iscriviti per ricevere
tutti gli aggiornamenti di KMSenpai.
FIND

Privacy Policy*

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003).
* Campi obbligatori