Organizzazione & risorse umane


Incompetenza manageriale, il più grosso ostacolo allo sviluppo aziendale e a quello dei talenti.

L’incompetenza secondo Dunning – Kruger

L’incompetenza dei manager e degli imprenditori delle PMI è dovuta, spesso, a una inadeguata formazione per coordinare la propria squadra. L’incompetenza blocca lo sviluppo dell’azienda e innesca la fuga, o l’impossibilità di attrarre i talenti. Questo perché il manager vede la crescita di giovani più qualificati e intraprendenti come una minaccia al proprio status. Quindi prevarrà una “politica” conservativa.

Quindi l’incompetenza non solo arreca un danno all’azienda, ma finisce per contenere le aspirazioni di lavoratori dotati e determinati. Ecco perché fuggono, o rifiutano l’azienda, per andare verso lidi più promettenti.

Da una recente indagine svolta da Adp “Workforce View in Europe 2019”, survey che ha preso in considerazione oltre 10.000 dipendenti in Europa (1.400 in Italia) il risultato è chiaro. Una delle prime cause dell’improduttività per i lavoratori italiani è l’incompetenza dei propri manager. E non tanto delle figure di vertice di una società, ma piuttosto dei manager di linea. Quindi di quelle persone che guidano gruppi di lavoro e che sono a contatto tutti i giorni con le risorse da loro coordinate.

Questo perché spesso questi ruoli sono affidati a dipendenti che sono stati promossi al comando dei loro colleghi. Quasi sempre senza aver ricevuto una corretta formazione per dirigere una squadra verso il raggiungimento degli obiettivi. Sono magari ottime risorse operative, ma mancano della leadership e delle competenze necessarie per coordinare gli individui affidati alla loro gestione. Spesso ignorano l’importanza di gestire i problemi, le aspettative e le ambizioni che ciascuna risorsa nutre e si limitano agli aspetti pratici dell’organizzazione del lavoro.

Il problema dell’incompetenza, quindi, è fuorviante se lo pensiamo legato alle capacità professionali. Riguarda, invece, principalmente le abilità di tipo manageriale. Quindi l’essere in grado di gestire il team di lavoro che deve svolgere materialmente i processi e le funzioni nella sua interezza

Ecco perché finiscono per fare molti errori e la loro “ignoranza” manageriale blocca lo sviluppo aziendale e il desiderio di crescita dei lavoratori.

Incompetenza, i 4 errori del manager “incapace”.

Come riconoscere un manager incompetente per mancanza di formazione ed esperienza adeguata. Quali sono gli errori che commette più frequentemente il capo incapace. 

Mancanza di empatia.

La mancanza di empatia non gli permette di intuire le aspettative di crescita dei dipendenti che lavorano con e per lui. Quindi le risposte saranno insoddisfacenti. Il risultato sarà di non indirizzare l’energia delle risorse verso il raggiungimento degli obiettivi.

Paura del prossimo.

Il manager teme le ambizioni e le capacità delle persone che lavorano nella sua squadra e quindi gli “tarpa le ali”. Questo senza comprendere che, così facendo, non farà mai crescere i suoi collaboratori. Quindi nessuno sarà mai in grado di sostituirlo e lui non potrà mai occuparsi di altro per crescere professionalmente.

Timore del cambiamento.

Il manager è il primo a resistere al cambiamento, quindi l’organizzazione e la realizzazione del lavoro rimangono immutate, sempre. Da qui discende la scelta dei collaboratori, fatta per conoscenze personali e non per le competenze. Così si avvarrà di risorse che non creano problemi, perché seguiranno il suo modo di ragionare e di operare.

Troppa operatività.

Il manager è molto operativo, ossia si occupa personalmente del problema quando questo si manifesta. La delega gli è sconosciuta, sa solo dirigere o tenere in costante formazione i suoi collaboratori, perché secondo lui non sono mai pronti. Occorre invece comprendere quando e chi delegare, o formare, o partecipare o dirigere, coordinando in modo pianificato le attività  per raggiungere gli obiettivi.

Evitare di cadere in queste trappole si può,  i potenziali manager devono studiare e acquisire diverse skills.

  • Gestire la leadership e le dinamiche di un gruppo.
  • Definire gli obiettivi e pianificare di conseguenza le attività.
  • Negoziare per risolvere i conflitti all’interno dell’ambiente di lavoro.
  • Relazionarsi e comunicare, ossia ascoltare le esigenze dei collaboratori.
  • Dedicare tempo a guidare e coordinare il proprio team.

KmSenpai è impegnata da oltre 20 anni nei processi di cambiamento della cultura delle organizzazioni. Sei interessato ad approfondire il tema e vuoi sapere cosa possiamo fare per aiutarti contattaci, o richiedi un approfondimento cliccando sul pulsante sottostante.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Gli articoli più letti
Pianificare e gestire il tempo, essere efficaci e produttivi!
Organizzazione & risorse umane
29 Giugno 2020

Pianificare e gestire il tempo riduce lo stress! Pianificare e gestire il tempo, due aspetti della vita professionale di ognuno che più difficilmente riusciamo a praticare. Quando sono in azienda con imprenditori e manager la cosa che mi sento ripetere più frequentemente è “…non ho tempo!”. Eppure le persone che sanno pianificare ottengono molto di […]

Sviluppo delle risorse umane, l’era dei ruoli indefiniti!
Organizzazione & risorse umane
16 Giugno 2020

Sviluppo delle risorse umane, era il 1969 …. La prima volta che si parlò del concetto di sviluppo delle risorse umane è stato nel 1969, 51 anni fa. Il concetto ruota attorno alla possibilità di ottenere un cambiamento nel comportamento delle persone attraverso un insieme di esperienze di apprendimento purché progettate come attività organizzate. Il […]

Modello aziendale sostenibile per reagire alle crisi.
Organizzazione & risorse umane
6 Giugno 2020

  Un modello aziendale sostenibile e flessibile, o un tentativo di flessibilità lavorativa, nelle aziende di medie dimensioni era presente solo nel 29% delle imprese. Questo secondo uno studio della Oxford Economics che ha preso in esame quanto accadeva prima del COVID19. La crisi scatenata dalla pandemia ha costretto tutti a fare i conti con […]

Vedi anche le altre categorie:

Iscriviti per ricevere
tutti gli aggiornamenti di KMSenpai.
FIND

Privacy Policy*

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003).
* Campi obbligatori

Privacy Preference Center

Analytics

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tali informazioni sono utilizzate per analisi statistiche, per migliorare il sito e semplificarne l’utilizzo, oltre che per monitorarne il corretto funzionamento.

_gid, _ga

Vuoi chiudere il tuo account?

I tuo account verrà chiuso, i tuoi dati personali saranno eliminati permanentemente dal sito e non potranno essere recuperati. Vuoi procedere?

Are you sure?

By disagreeing you will no longer have access to our site and will be logged out.