ico
Human Organization

Organizzazioni, come sviluppare una forza lavoro adattiva.

Organizzazioni fluide e flessibili richiedono che la forza lavoro sviluppi competenze e capacità adattative, affinché tutto il capitale umano possa prosperare ed essere produttivo.

Molto si è parlato dell’adattabilità delle organizzazioni, ma poca attenzione è stata posta sulla necessità di sviluppare una forza lavoro adattiva. Le aziende che vogliono rimanere nel mercato devono necessariamente formare la propria forza lavoro all’adattabilità. Quindi occorre identificare e sviluppare nei collaboratori quelle abilità essenziali per prosperare nel luogo di lavoro moderno, un ambiente in rapida e continua evoluzione. Le “nuove” competenze professionali critiche, come autocoscienza, empatia e resilienza, sono abilità primarie per valutare come una persona contribuirà e influenzerà la nostra organizzazione. 

Adattabilità della forza lavoro

Organizzazioni e lo sviluppo delle competenze trasversali, una priorità critica.

L’indagine della Deloitte del 2016 rivela che il 90% degli intervistati ha valutato lo sviluppo delle competenze trasversali una priorità critica. Queste competenze sono ritenute in grado di favorire la fidelizzazione dei dipendenti e migliorare la leadership aziendale. Quest’ultima permette di costruire una cultura aziendale in grado di incidere significativamente nella crescita dell’azienda, quindi delle persone che ne fanno parte. Le persone vogliono essere riconosciute per i loro contributi. Vogliono apprendere capacità adattative che consentiranno loro di avere un impatto positivo continuo sulle loro organizzazioni e nella comunità. Le persone vogliono lavorare per organizzazioni che garantiscono sviluppo personale e professionale. Considerano la propria crescita un fattore decisivo quando cercano una nuova occupazione o determinano se rimanere con il loro attuale datore di lavoro, o cambiare. L’apprendimento e lo sviluppo svolgono un ruolo fondamentale nel coinvolgimento e nella fidelizzazione dei dipendenti. 

Perché è sbagliato concentrarsi sulle competenze tecniche.

Troppi “leader” aziendali danno ancora la priorità alle competenze tecniche, mentre le persone hanno molto di più da offrire contribuendo così allo sviluppo dell’azienda. Un imprenditore, o un manager, è da considerare leader solo quando è in grado di vedere e ampliare il valore nello sviluppo delle competenze trasversali. Gli imprenditori e i loro manager devono trovare il modo di mantenere il proprio personale coinvolto. Lo sviluppo, attraverso una costante attività formativa è uno degli elementi principali per favorire il coinvolgimento. Chi guida l’azienda, deve costruire team agili e adattivi in grado di evolvere rapidamente e con continuità nel tempo. Fare ciò per migliorare l’organizzazione significa puntare a un programma di sviluppo della leadership del capitale umano. Sviluppo che inevitabilmente deve contemplare anche quello della: capacità relazionale; risoluzione dei problemi; gestione dei conflitti; pianificazione delle attività in funzione degli obiettivi.

Le nostre aziende rischiano di non sopravvivere, o di non svilupparsi adeguatamente. Occorre prendere atto di queste necessità iniziando ad influenzare il cambiamento della propria organizzazione. 

È questo il momento di intensificare l’azione. Si deve rendere il lavoro oltre che accessibile tecnologicamente, cognitivamente e fisicamente, anche in grado di assicurare lo sviluppo e la valorizzazione dell’adattabilità. Si deve mettere le persone al primo posto, sempre. 

KmSenpai è impegnata da oltre 20 anni nei processi di cambiamento della cultura delle organizzazioni. Sei interessato al benessere della tua azienda e vuoi sapere cosa possiamo fare per aiutarti contattaci, o richiedi un approfondimento cliccando sul pulsante sottostante.

Pubblicato in data 19 novembre 2019

Lascia un commento

Iscriviti per ricevere
tutti gli aggiornamenti di KMSenpai.
Gli articoli più letti
Come abbattere i lead time di approvvigionamento senza generare scorte?
Supply Chain Management
3 luglio 2018

  I clienti chiedono lead time sempre più stringenti? I competitor sono più veloci di noi? Come possiamo ridurre i tempi di consegna senza generare scorte? “Lead time”, letteralmente, significa tempo di attraversamento ed è dato dalla sommatoria di diversi tempi che intercorrono dall’acquisizione di un ordine alla disponibilità del materiale.   Processo e lead […]

Lead time e puntualità di consegna, che livello di servizio erogare al cliente?
Supply Chain Management
6 luglio 2018
Lead time, puntualità di consegna e gestione dei ritardi sono prestazioni che fanno la differenza nei mercati competitivi, ma possono generare costi occulti. Quindi, quale livello di servizio al cliente erogare? Come contenere il costo e convertirlo in investimento?

  Lead time, puntualità di consegna e gestione dei ritardi sono prestazioni che fanno la differenza nei mercati competitivi, ma possono generare costi occulti. Quindi, quale livello di servizio erogare al cliente? Come contenere il costo e convertirlo in investimento? La puntualità di consegna è uno degli indicatori del livello di servizio offerto ma, per poter […]

Trade marketing, far uscire i prodotti dai negozi multimarca.
Sales Transformation
25 giugno 2016

La definizione della strategia distributiva ed il sostegno al suo sviluppo nel medio periodo costituiscono una delle principali sfide di management, anche per i settori più tradizionali. E’ sempre più…

FIND